HOME / I NOSTRI ESPERTI / Avvocato risponde / Invalidità psichica e mentale / Provvidenze economiche per i minorenni

Provvidenze economiche per i minorenni

Sono la mamma di quattro bambine, di cui l'ultima, nata a ottobre 2010, è disabile al 100% a causa di una patologia cerebrale detta pachigiria e lissencefalia. A mia figlia spetta sia l'accompagnamento che la pensione nonostante sia minorenne? Se percepisce l'accompagnamento può anche percepire l'assegno di frequenza per il nido?

 

Zacco

 

Innanzitutto occorre dire che la pensione di inabilità è prevista per gli invalidi civili totali maggiorenni dai 18 ai 65 anni. Le uniche provvidenze economiche previste per i disabili minorenni sono l’indennità mensile di frequenza o l’indennità di accompagnamento. O l’una o l’altra: sono quindi incompatibili tra di loro. L’indennità di accompagnamento è circa il doppio di quella di frequenza e non è legata alla effettiva frequenza di un corso scolastico, compreso l’asilo nido.  Entrambe le domande vanno presentate all’Inps. La differenza fondamentale relativa ai requisiti è che per l’ottenimento dell’indennità di accompagnamento occorre che l’invalidità oltre ad essere totale sia anche permanente.

Lisdha news n. 71 Gennaio 2012